Poi ti si incrinerebbe il cuore.

“E la ragazza si era alzata come per andare a uccidersi a sua volta, a buttarsi in mare e poi aveva pianto, perché aveva pensato all’uomo di Cholen e tutto a un tratto non era più sicura di non averlo amato, solo che quell’amore non l’aveva visto perché si era perso nella storia come acqua nella sabbia e lei lo ritrovava soltanto ora, nell’istante della musica sul mare.”

Marguerite Duras, L’Amante 
Questo inserimento è stato pubblicato in el sentimiento nuevo, frammenti caleidoscopici, strani giorni, un'altra vita. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

Un Commento

  1. Anonymous
    Pubblicato il 5 giugno 2011 alle 07:03 | Permalink

    Anche a me la mancanza di concentrazione mi ha sempre fottuto!!

    Giorgio

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>