Immaginarmi migliore di te

Ci sei te che dormi sul divano, un divano che odiamo -una deriva quasi  “moderna” e invece ci manca la pelle, il cuoio solido e freddo così rassicurante- e ti scruto sull’uscio.
Ti guardo dormire, stanco dal lavoro e da questa vita che pare ti lasci indifferente: sembri una statua greca, un dio mitologico dai contorni perfetti, un patrizio distante, un narciso addormentato ritratto da qualche pittore del Seicento. Bello e distante perfino nella tavolozza dei tuoi colori, il tuo nome rinascimentale ti si addice come nessuno mai e siamo così diversi che mi sento estranea perfino a me stessa.
E infatti, sei così bello che vorrei poterti perdonare -l’ho pensato, l’ho detto-  ho detto: “Lo perdono, gli perdono tutto”.
L’ho pensato, l’ho detto, ma guardando il tuo sguardo ogni volta colpevole, mi rendo conto che probabilmente non l’ho ancora fatto.
Questo inserimento è stato pubblicato in alla corte di mademoiselle, frammenti caleidoscopici, macerie, strani giorni. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

4 Commenti

  1. Anonymous
    Pubblicato il 3 maggio 2011 alle 08:44 | Permalink

    …ed io che credevo Tu fossi già innamorata della tua immagine riflessa nello specchio……..

    Giorgio

  2. Mariposa
    Pubblicato il 3 maggio 2011 alle 12:26 | Permalink

    infatti, chi ha detto il contrario?

  3. Mariposa
    Pubblicato il 3 maggio 2011 alle 14:34 | Permalink

    ah ma credevi fosse roba d'innamoramenti, ah gio' ma ti pare che faccio svaccare la gente sul divano di tony soprano?!
    ci sono diversi tipi d'amore, tanti diversi uomini nella vita di una ragazza e forse questo è uno dei pochi uomini che riuscirò a perdonare, spero.

  4. Anonymous
    Pubblicato il 5 maggio 2011 alle 09:37 | Permalink

    Bhe …bello è bello, appartiene alla Famigghia….credo di avere capito di chi parli!!
    ^__^
    Giorgio

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>