…I’ll give it to someone special

Tre mesi fa, mi avevano detto che non ci saresti stata questo Natale, nè il prossimo e nemmeno per tutti i Natale della mia vita.
E, invece, sei qui coi tuoi splendidi occhi verdi screziati a litigare con le ostriche, immersa nella tua cucina come tutti gli anni; sei diversa sì, sei mutilata e stanca,  la tua esistenza e le nostre non torneranno più quelle che erano, ma in fondo rimani sempre la stessa: una guerriera in tregua prima della battaglia campale.
Quindi, non ho desideri quest’anno, ma per un istante, fingo di credere a Gesù Bambino o chi per lui:

“Ho una richiesta e, bada bene, non è una supplica, perché questa volta lo pretendo e non per me stessa, ma per lei: mi devi dare un po’ di fortuna. (poi passo e pago, come al solito, del resto.)
Questo inserimento è stato pubblicato in frammenti caleidoscopici, nuovi inizi, strani giorni. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

4 Commenti

  1. Jakala
    Pubblicato il 24 dicembre 2010 alle 20:02 | Permalink

    Tanti auguri a te e a alla tua famiglia, che la fortuna passi a trovarvi

  2. Crimilda
    Pubblicato il 25 dicembre 2010 alle 00:48 | Permalink

    :*

  3. Anonymous
    Pubblicato il 28 dicembre 2010 alle 12:19 | Permalink

    Un regalo è ogni momento che passate insieme!
    Ti abbraccio come sai!
    Giorgio

  4. NathalieFinch
    Pubblicato il 31 gennaio 2011 alle 09:40 | Permalink

    Te la auguro di tutto cuore la fortuna.
    Ma davvero.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>