Decostruzioni

In fondo sembra costruttivo disconnettersi dal mondo e avere tutto il tempo e lo spazio per scrivere e spadellare esperimenti mal riusciti, ti sembra di aver depennato il procrastinabile e aver pensato solo a te stessa.
E’ stato vero finchè avevo inviti a pranzo, appuntamenti e aperitivi da rincorrere, poi in un picco di noia abissale, mi sono avvicinata all’unico apparecchio che mi connetteva con la civiltà e  10 ore dopo  mi sono ritrovata a vergognarmi della mia persona: ho visto tutta la programmazione di  E!, come si costruisce una lampada con mollette e colla vinilica e una decina di puntate di Dallas a raffica.
A quel punto, inebriata, ho chiamato Madre.
" Ho  visto Dallas, lo danno su Sky! Suellen non era ancora stronza e Jenna c’aveva i capelli talmente cotonati che si incastravano alla telecamera! JR invece..
" Torna a casa"

E a casa la cosa non è migliorata, in un delirio d’onnipotenza salvatrice dall’inutilità, ho accettato di fare l’hostess nel we 8 ore per mille lire pagate a 365 giorni: col tailleure a 40° e il sorriso di plastica, piedi collassati ed ego tramortito sono tornata a sera trionfante per sfoggiare a Padre i miei successi lavorativi
"Padre ho lavorato, sicuramente non mi pagheranno ma ho lavorato"
"E falla finita co sta stronzata: se me fai ride te le do io ste mille lire!

ma alla fine chi cazzo aveva sparato a JR?!
ah sì era tutto un trip..

Questo inserimento è stato pubblicato in alla corte di mademoiselle, deliri quotidiani, nella valigia di mademoiselle, pseudolavoro, storia vera eh. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

16 Commenti

  1. Pubblicato il 17 giugno 2009 alle 16:31 | Permalink

    Consolati, fare la hostess gratis è cento volte meglio che stare spaparanzati sul divano a giuardare Dallas…

    Vabbè, non ci crede nessuno…io ci ho provato. ;P

    (Però tu fatti pagare!!!)

  2. Pubblicato il 17 giugno 2009 alle 21:00 | Permalink

    Sky è l’abisso del trash e della dipendenza.

    Non ne posso fare a meno.

  3. Pubblicato il 18 giugno 2009 alle 09:59 | Permalink

    @Dot: non sei stata abbastanza convincente..e poi Dallas è eduacativo! Le basi essenziali per viver in un ranch sono tutte lì

    @Nat:è il male, io a casa non ce l’ho e appena entro in casa di gente monnezza-munita, mi ci incollo in modo imbarazzante

  4. Pubblicato il 18 giugno 2009 alle 11:58 | Permalink

    io l’estate scorsa ho realizzato quanto possa essere deleterio un apparecchio del genere, ho perso conto degli afterhour di fronte alla tv…

  5. Pubblicato il 18 giugno 2009 alle 22:35 | Permalink

    E’ solo un fiore

    ma te lo dono con amore

    Amore per l’amore

    senza nessuna pretesa

    Non si sente l’odore

    ma ha un dono raro

    non sfiorisce col tempo

    come le passioni umane 

    E’ lo speccho senza vetro

    di un anima arresa

    un bacio come fiore

    per farsi ricordare.

    Photobucket

    Buona vita

    Tony 

     

  6. Pubblicato il 18 giugno 2009 alle 23:14 | Permalink

    @ameliè: io ho l’atteggiamento del tossico in astinenza non vedendo quasi affatto la tv a casa (mi si vede-vano solo rai2 e rete4 causa antenna collassata, quindi fai te) quando incappo in sky mi trasformo letteralmente

    @TonyM: senti non ti offendere, non è che non apprezzi la sublime arte della poesia, ma a me i commenti multipli ciclostilati e inviati random mi stanno troppo sul cazzo, per non parlare degli adesivi (o quel che è) e figurati che il fiore che non tollero è proprio la rosa.

    Insomma Tony ammazza che culo!

  7. Pubblicato il 19 giugno 2009 alle 09:46 | Permalink

    a jr ha sparato lo stesso che ha ucciso laura palmer

  8. Pubblicato il 20 giugno 2009 alle 18:34 | Permalink

    A JR vorrei aver sparato io.

    :-)

  9. Pubblicato il 22 giugno 2009 alle 00:51 | Permalink

    ..però..a quanto pare la colla vinilica risolve le situazioni…a sto punto me la compro…

  10. Pubblicato il 22 giugno 2009 alle 22:53 | Permalink

    @puffo: con laura palmer non si scherza.

    In quel funesto periodo, io giocavo ad interpretarla: mi infilavo una busta della monnezza e il mio vicino faceva tutti i personaggi maschili.

    storia vera eh!

    @ofvalley: dai raccontaci questa acrimonia verso i ricchi cavallari texani (JR era seriamente un pezzo di merda)

    @lasis: ma come non ce l’hai?!

    E’ la mia personale droga: mi ci appiccico le mani per fare la pellicina da tirar via, la annuso..

    (ecco dopo questa, arriverà ineluttabile la polizia postale)

  11. Pubblicato il 23 giugno 2009 alle 07:09 | Permalink

    Tesoro ciao :)

    passo per un saluto..

    Sai che ho rischiato di chiamarmi Pamela per un amore sconsiderato della mia di madre per il personaggio

    *___*

    Per il lavoro…mmm…ti consolerà poco ma tutto fa curriculum…fai fai fai il più possibile!

    un bacio*

  12. Pubblicato il 23 giugno 2009 alle 21:50 | Permalink

    Oddio… ci sono incappata pure io nelle repliche di Dallas e non sai che tentazione di mettermi a guardarle!!!

    E comunque sono d’accordo con tutti voi: Sky è il Male, la Spazzatura, la Droga per eccellenza.

    Io sono in partenza per una breve vacanza in montagna e mi sento già in crisi di astinenza… tanto più che questa settimana ci sono i finali di stagione di tutti i telefilm più cult *___*

  13. Pubblicato il 24 giugno 2009 alle 12:20 | Permalink

    Mademoiselle, il famme ride di Padre, vale molto di più di mille lire, per tutto il resto c’è Mastercard, fino a che te la tagliano in diagonale con le forbici!!

  14. Pubblicato il 24 giugno 2009 alle 23:35 | Permalink

    ma… Dallas? …really?

    no, ma poi, buona vita, eh, davvero!

    grande tony…

  15. Pubblicato il 25 giugno 2009 alle 00:22 | Permalink

    aperitivi da rincorrere basta corriti questa invece

    http://www.corsasuitacchi.it/

    e dopo la vittoria [perché tanto vincerai] sarai la carrie di zap and the city

  16. Pubblicato il 25 giugno 2009 alle 01:26 | Permalink

    @lady: ti capisco darling, è il gap.

    Io sfido qualunque donna ch vedeva dallas negli anni 80 (quindi le nostre madri) a non aver amato la dolce pamela.

    Va da sè che io ami suellen

    @bai: lo so, io sono dipendente da tutto. Fumo, bevo, mangio troppe caramelle (lllunaa!) guardo la monnezza, colleziono scarpe immettibili.

    Ma mi amo punto

    @amicoG(quanto tempo!!): Padre è la mia speranza nelle giornate di merda, so che mi demolirà ma sempre scompisciandomi e, in fondo mi ha dato molto di più di mille lire quest’oggi (che donna di merda..però l’ho fatto ride oh!)

    @ila: c’hai ragione, mi vergogno, ma a dirla tutta guardo anche rapita le televendite di miracleblade e le repliche dei film mafiosi tamarri

    (tony mi ha sfanculata e questo conferma la tesi del commento random: mannaggia il papa volevo litigà!)

    @zap: noo mo lo apriamo sto blog!

    Io comunque vinco sempre, io sfido i sanpietrini romani da 20 anni col tacco 12, figurati una corsetta sull’asfalto liscio: acqua fresca!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>