Habemus calcolo: a lucky girl

Ho partorito, quindi sono viva e non dovrete più sorbirbi twittate patetiche e strappalacrime.
E’ stata una settimana da timor panico, perchè oltre alla salute ha vacillato la mia profonda consapevolezza sull’invincibilità della mia persona: al solito, non era il dolore fisico a tramortirmi, ma l’immensa fatica che faccio ogni volta nel ribellarmi agli eventi della mia vita, quella pretesa di superiorità autoimposta e la rabbia costante.
Bene, la stronza è tornata con un rene obeso e ammaccato che prontamente verrà messo a dieta, con decine di telefonate di amici che si congratulano per il parto
( domenica faccio il battesimo a sto punto ) ed un uomo meraviglioso che mi ha curata, coccolata con regali e carezze e che soprattutto mi ha sopportata come mai nessuno.
Appunto, per festeggiare, questo we con molta probabilità si va qui con seguito di cena giapponese in programma da secoli: nonostante l’involucro fallato, io sono una ragazza terribilmente fortunata.


Siccome mi pesava il culo
: finalmente mi sono decisa a pubblicare qualche foto sul flickr e a dare una piccola sistemata al template che ho ridotto un cesso ( con scarsi risultati ).
Se ci fosse qualche nerd benevolo, intenzionato a metterci mano o a farne uno ad hoc per Madeimoselle, avrà un Martini in regalo o fate vobis ( su che mica sono l’unica a non avere un cazzo da fare! )

Questo inserimento è stato pubblicato in deliri quotidiani, io e pollock, mondo blob, paturnie, strani giorni. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

10 Commenti

  1. Pubblicato il 12 maggio 2009 alle 20:37 | Permalink

    io non sono nerd abbastanza ma ti faccio i complimenti per il piccolino, hai deciso come chiamarlo?

  2. Pubblicato il 12 maggio 2009 alle 21:49 | Permalink

    Puoi lanciarlo a pelo d’acqua e vedere se fa tre salti prima di affondare. Con i bambini si fa.

  3. Pubblicato il 13 maggio 2009 alle 00:25 | Permalink

    @laila: ma figurati, a me basterebbe una persona dotata di una mente razionalogica

    L’ho chiamato Guglielmo fin dalla sua gestazione, durata una lunga settimana di ” su fa il bravo ti prego ”

    ( giuro,storia vera )

    @nat: sei troppo pop!Io li getto ancora dalla Rupe Tarpea

  4. Pubblicato il 13 maggio 2009 alle 10:36 | Permalink

    Felicitazioni vivissime per Guglielmo, hai già iniziato l’allattamento?

  5. Pubblicato il 14 maggio 2009 alle 19:30 | Permalink

    sarai felice

    ))*

  6. Pubblicato il 14 maggio 2009 alle 19:45 | Permalink

    Mi unisco alle congratulazioni per Guglielmo e visto le foto :) che belle!

    quelle del Marocco delle pozze di colore davvero interessanti!

    un bacio cara*

  7. Pubblicato il 14 maggio 2009 alle 22:22 | Permalink

    Per un martini (dry mi auguro) farei questo ed altro..ma non sono cosi brava purtroppo..

    (Nel senso che non ho voglia di sbattermi per farne uno mio nonostante abbia più e più volte inizato..se ne iniziassi uno per te temo farebbe la fine delle famose grandi opere)

    però ti bacio :)

  8. Pubblicato il 15 maggio 2009 alle 10:54 | Permalink

    @G: sì dicono che quello al seno li faccia diventare sani e forti

    @perjulka: felice non direi, sollevata da un peso sì

    @lady: grazie mille tesoro, ovviamente le ha fatte pollock che io sono ancora più negata di lui :)

    @sis: sempre dry e olivadotato please

    (capisco il problema: perfino nel virtuale c’ho le amiche a cui pesa il culo :D)

  9. Pubblicato il 19 maggio 2009 alle 01:03 | Permalink

    e dopo il malatissimo “sarai felice”di perijulka posso terminarmi felice… ah lucky girl adesso che so che sei felice posso smettere con il web ma non con ilanio!! stalking over!!!

    giuro.

  10. Pubblicato il 19 maggio 2009 alle 10:19 | Permalink

    @zap:”e dopo il malatissimo “sarai felice”di perijulka posso terminarmi felice.” Ti adoro porca troia!

    Quindi te ne vai, ecco in questi momenti mi chiedo cosa farò senza di te, giuro.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>